20190418_125352.jpg

Vivere

Perché infondo la vita è la cosa più bella che ci resta. Uno solo e molto sottile il filo che separa questo inestimabile tesoro dalla morte. Proprio come un equilibrista sospeso a decine di metri dalla terra salda. Pochi gli appigli sicuri. Non importa, abbi fiducia in te stesso. Molte le voci di scoraggiamento che provengono dal basso dove si trova la fine del gioco. Credi in ciò che stai facendo fino alla fine. Tante le urla di conforto e forza chiamano l’eroe al termine del filo. Si tratta di tutta la gente che ha creduto in lui perché a prescindere sapeva che lui ce l’avrebbe fatta e soprattutto sapeva che avrebbe affrontato tutto il percorso a testa alta e con il sorriso. Ecco, proprio per loro ricordati che nonostante tu non sia un equilibrista, questa è la vita! Tutto si affronta con grande forza per coloro che credono in noi. Tanti sono gli ostacoli proprio come può essere il vento che fa oscillare con grande forza il filo dell’equilibrista, ma tu devi stare a sentire coloro che sotto i tuoi piedi acclamano sconfitta. Non ti curar di loro perché fidati, capiranno da soli la forza del grande uomo che hanno di fronte ai loro occhi…

 

 

Jessica P.

IMG_20190507_200322.jpg

Semplicemente amici

A volte fatichi a trovare un punto d'incontro con la gente che ti circonda, dai colleghi agli amici, al tizio che ti mette la benzina all'auto o al call center che immancabilmente rovina il primo boccone della tua cena, tutte le sere al solito orario.
Il problema sembrano le parole, sembra di non parlare la stessa lingua.
Di non aver pazienza o addirittura di averne fin troppa.
Sembra che tu ti senta  attaccato o allo stesso tempo frainteso, " caratterialmente incompatibili " dicevano.
Poi ti giri e non appena la sveglia suona all'impazzata e ti rendi conto di essere in ritardo e di sentirti già in guerra con il mondo intero ti accorgi di quel fagottino di pelo che ti dorme accanto. Quell'amico che senza pretese e senza dire parola alcuna sa fermare il tempo.
Un po' di calore e una sorta di "non preoccuparti, io sono qui".
Infatti non ti sei reso conto che mentre il tizio del call center ti stava rovinando la cena, sotto al tavolo qualcuno ti scaldava i piedi mentre, perché no, risucchiava più briciole che poteva, meglio dell'ultimo Dyson in commercio.
E mentre un cumolo di parole a raffica ti stavano rovinando la giornata c era qualcuno che nel momento stesso in cui la chiave riempiva la serratura di casa stava già scuotendo la coda così velocemente da tenere il tempo di un rullo di tamburi.
E poi i lamenti che sapevano farti uscire da casa nei momenti in cui forse, aveva ragione lui, avevi solo bisogno di accorgerti che fuori era il sole, il clima perfetto per una bella passeggiata.
E ancora, le serate davanti ad un film strappalacrime dove i fazzoletti di carta erano superficiali visto che la prima cosa che asciugava le tue lacrime era la sua lingua che, irruenta, sapeva di averti strappato un sorriso spontaneo.
Incredibile, non ti eri mai accorto che pur non parlando la stessa lingua  qualcuno nella tua vita frenetica e piena di incomprensioni ti capisce ancor prima di dire una parola.
Esatto, è proprio lui, il tuo amico a quattro zampe che senza aver bisogno di usare nessun tipo di vocabolo ti riempie il cuore ogni giorno.
Sta lì, silenzioso, vive per te che sei tutta la sua vita, la sua fonte di amore, la sua fonte di cura, il suo tutto.
Lui che dorme  sui tuoi vestiti mentre sei al lavoro impegnato a fraintendere i colleghi, lui che balza sull attenti per non perdere nemmeno un minuto mentre ti sente aprire il cancello sotto casa, lui che non ti lascia solo nemmeno quando sembra che nessuno ti capisca e che ogni mattina non vede l ora di sentire che sei ancora lì nel letto insieme perché non è ancora ora di correre al lavoro!
L amore è amore e devi riuscire a fermare tutto il turbinio di cose che riempiono la tua mente per renderti conto che c è qualcuno che sa guardarti con gli occhi dell'amore più di chiunque altro.


Jessica P.

  • 1
  • 2

Made with love by Joline. All rights Reserved.